ANGELUS NOVUS

31 Ott 2015 - 1 Nov 2015
Ideazione e coreografia Virgilio Sieni
Assistente alla regia Marina Giovannini
Musica eseguita dal vivo da Roberto Cecchetto
Danzatori Jari Boldrini, Ramona Caia, Claudia Caldarano, Maurizio Giunti, Giulia Mureddu
Altri interpreti Otto Bianchini, Matteo Bianchini, Elia Bianucci, Sonia Bieri, Greta Canalella, Giuseppe Comuniello, Graziano Giachi, Chiara Lazzerini, Gregorio Lombardi Vallauri, Ada Mizzi, Alma Portone, Maria Szydlowska, Ilaria Tocchi, Elena Turchi
In collaborazione con Accademia sull'Arte del Gesto
Produzione Fondazione Teatro della Toscana
Orari
sabato: 21
domenica: 18:30
Dove:
Pontedera, Teatro Era
Via Indipendenza
56025 Pontedera PI
Italia
ANGELUS NOVUS @ Pontedera, Teatro Era | Pontedera | Toscana | Italia

Angelus Novus è il titolo di un quadro di Paul Klee, acquistato dal filosofo Walter Benjamin che allegoricamente lo proietta, con un gesto dinamico, nella tragicità della storia.
Col viso rivolto al passato, eretto davanti a noi, sulla soglia della storia, ci indica, con le macerie che si accumulano ai suoi piedi, la possibilità dell’arte di intravedere l’avvenire nel buio del presente.
Ho pensato di ricostruire un luogo abitato da macerie, cioè da corpi di messaggeri colti nell’attimo apocalittico della sospensione: un campo dove le forze vengono raccolte nel gesto della fragilità e della debolezza. Siamo allo stesso tempo ai margini e dentro un esodo che ci dilegua come uomini. Il lavoro si presenta come uno spazio da attraversare silenziosamente e invita il pubblico ad avvicinarsi a queste esistenze sparse sui perimetri, per rintracciare nei loro corpi – corpo archeologico che arriva a noi attraverso una costellazione di fratture – le tracce della storia. Vengono ripercorse centinaia di immagini di angeli che ci arrivano dalla storia dell’arte, immagini che si frantumano deponendosi come scarti, rifiuti, macerie. In questo tratto di sospensione, dove il corpo sembra coincidere col tempo, tutto sprofonda nel dettaglio, lasciandoci intravedere il messaggero che ci viene incontro fissandoci negli occhi.
Virgilio Sieni

Tweet about this on TwitterShare on Google+Share on Facebook

LUOGO


I commenti sono chiusi.