MARIA MADDALENA

5 Giu 2014
Regia e ideazione spazio scenico Valentina Capone
Percorso sonoro Alessandro Rinaldi
Musiche originali composte ed eseguite da Alessandro Rinaldi e Francesco Tripodi (carlomargot)
Luci Paolo "Pollo" Rodighiero
Interpretazione Silvia Pasello
Collaborazione organizzativa Paolo Ambrosino
Foto di scena Ippolita Franciosi
Produzione Fondazione Pontedera Teatro
In collaborazione con Teatro Laboratorio San Leonardo

Tratto da
Maria Maddalena o della salvezza
di Marguerite Yourcenar

maria maddalena

Dicono che Maria Maddalena fosse la fidanzata dell’apostolo Giovanni, da lui abbandonata per seguire Gesù.
Sembra una storia unica.
Forse è solo una storia come tante.
Sembra quasi una storia della sera, una di quelle a cui ripensi prima di dormire e te la ritrovi nei sogni.
E’ una storia d’amore.
Di quell’amore che non si sa bene se sia una vocazione o una malattia, di quello che non si vorrebbe avere addosso perché è come un angelo che pesa sulle spalle.
Anche se ti sorride.
Anche se dormi in due, anche se il cuore batte e sembra sigillato in un sacchetto.
E’ una storia di luce e di suono.
E’ la storia che si può sentire se ti siedi in un angolo e stai ad aspettare.
O se guardi nel vuoto e vai giù anche tu.
E comincia la prova.
L’ennesima prova.
Un po’ di quell’attesa, un po’ di quel vuoto, un po’ di quell’amore.

Valentina Capone

Tweet about this on TwitterShare on Google+Share on Facebook

I commenti sono chiusi.