ERNESTO RODITORE GUARDIANO DI PAROLE

NONSOLOTEATRO
20 Feb 2014
TEATRO ERA DEI BAMBINI
Di e con Guido Castiglia
Costumi Gianpiero Capitani
Musiche originali Alberto Zoina
oggetti scenici Franco da Tregnago
Disegno luci Dana Forte
Regia Guido Castiglia
Una produzione in collaborazione con Centro Studi Teatro Ragazzi “Gian Renzo Morteo”
Dove:
Pontedera / Teatro Era
ERNESTO RODITORE GUARDIANO DI PAROLE @ Pontedera / Teatro Era

A partire dai 5 anni

Un topo, è rimasto solamente un topo di biblioteca a difendere le parole scritte, parole d’inchiostro nero su carta ingiallita, parole sagge, buffe o tenere come una carezza. ”Da fuori” vogliono entrare per distruggere i libri, vogliono zipparli nella grande memoria del computer centrale e poi distruggerli, bruciare tutta quella carta ingombrante; ma il topo di biblioteca, il signor Ernesto Roditore, sa cosa deve fare: mangiare tutti i libri per poterli ancora raccontare. Da dicembre 2006 lo spettacolo è diventato anche un libro. “Ernesto Roditore, guardiano di parole” è edito dalla Fondazione Alberto Colonnetti.

La scenografia aiuta a costruire questa favola che nasce dall’immagine surreale di un personaggio poetico che vive in un mondo fantastico, dove è possibile mangiare libri per salvarli dalla distruzione, dove una radio può vivere di vita propria, dove una lavagna non è altro che un grande mulino metallico composto da petali astratti e un ombrello è la culla per far dormire le parole. Il personaggio di Ernesto è portatore giocoso delle dinamiche teatrali offerte dalla “grammatica della fantasia” dove la ferrea logica infantile giustifica le situazioni più surreali e diviene poetica del personaggio e dove il fine ultimo è il piacere del leggere: un gioco creativo che ha l’obiettivo di stimolare alla lettura.

Da dicembre 2006 lo spettacolo è diventato anche un libro. “Ernesto Roditore, guardiano di parole” è edito dalla Fondazione Alberto Colonnetti

Premio ETI – Ente Teatrale Italiano
“Stregagatto-Visioni d’Infanzia” – miglior spettacolo per l’Infanzia – Roma 2004 – Ex equo con “Le Stagioni di Pallina”

Premio della critica al Festival di teatro per le nuove generazioni
“Il Gioco del Teatro” – Torino – 2004

Tweet about this on TwitterShare on Google+Share on Facebook

LUOGO


I commenti sono chiusi.