THE OPEN CHOIR (INCONTRO CANTATO)

Open Program del Workcenter of Jerzy Grotowski and Thomas Richards
19 Mag 2019
Guidato da Mario Biagini
Insieme a Thomas Gasser, Agnieszka Kazimierska, Pauline Laulhe, Eduardo Landim, Felicita Marcelli, Daniel Mattar, Jorge Romero Mora, Graziele Sena Da Silva, e i membri del Coro dei cittadini
Orari
17.30
THE OPEN CHOIR  (INCONTRO CANTATO)

L’incontro cantato è un invito a prendere parte a una festa fuori dall’ordinario, alla quale si può assistere con la propria presenza, e durante la quale ci si può unire al canto con il canto o con l’ascolto, e alla danza con la danza o con lo sguardo.

È un evento a cura dell’Open Program coordinato da Mario Biagini, parte del percorso di invito al canto rivolto dal gruppo di attori pontederesi a chiunque possa essere interessato. Un evento appunto libero e gratuito, aperto a tutti senza alcuna limitazione (nota bene: per prendere parte all’Incontro cantato non è necessario aver preso parte al Seminario libero). L’Incontro cantato è forse una forma d’arte dimenticata, che i nostri antenati neanche troppo lontani conoscevano e che contemplava la partecipazione fluida e attiva da parte dei presenti. Guidato gentilmente da un nucleo di artisti preparati, l’Incontro è uno spazio sicuro in cui sperimentare che cosa significhi prendersi cura individualmente di un agire condiviso. I partecipanti, ognuno con un retroterra differente, diventano consapevolmente co-creatori responsabili di un’opera d’arte che va oltre le diversità, verso il riconoscimento reciproco. I canti nascono attorno e tra i partecipanti, e i ritmi e le melodie, insieme ai timbri, favoriscono il sorgere di un’attenzione diversa. La risonanza abbraccia tutti i presenti, che costruiscono insieme la serata in modo attivo, ritrovandosi di fronte a semplici scelte: essere testimoni, entrare nello spazio dove si svolge l’azione, seguire rimanendo da parte, cantare e danzare, trovare la propria maniera di essere presenti e sostenere gli altri. Ascoltare.

L’incontro cantato è un’occasione aperta a tutti. Crea un territorio propizio all’incontro, uno spazio in cui sperimentare che cosa significhi prendersi cura individualmente di un agire condiviso. I presenti possono partecipare cantando o semplicemente assistere, diventando

co-creatori di un’opera d’arte che propone la possibilità di una attenzione diversa.

Per partecipare all’Incontro non è necessario aver preso parte al Seminario libero di canto.


I commenti sono chiusi.