LE STORIE DI KATIE

16 Mag 2021
Open Program,
Workcenter di Jerzy Grotowski e Thomas Richards
regia Mario Biagini
con Agnieszka Kazimierska
produzione
Fondazione Teatro della Toscana, Workcenter of Jerzy Grotowski and Thomas Richards

durata 55 minuti
Orari
ore 16.00

Biglietti in vendita dall'11 maggio

Intero 12€
Ridotto Under 30 – Coop – Abbonati 8€
Quando:
16/05/2021 - 16:00
2021-05-16T16:00:00+02:00
2021-05-16T16:15:00+02:00
LE STORIE DI KATIE

“Katie’s Tale è un incontro sfaccettato con Katie – una ragazza le cui esperienze di vita e il cui fato sono incapsulate nel canto. Ma Katie (in polacco, Kasia) è anche il nome di una folla. È un nome usato tradizionalmente nei canti, nella poesia e nelle storie popolari polacche, come il nome di un’eroina. L’incontro con Katie è un incontro con le migliaia di donne le cui esperienze sono state escluse e zittite nelle storie eroiche scritte e raccontate dagli uomini. Incontrarle significa restituire loro le loro voci.”
Dariusz Kosiński, Jagiellonian University, Kraków

Katie’s Tales è la storia di una donna e del suo innamorato, che dopo un fatto terribile è partito con la promessa di tornare, un giorno. Ed è la storia di un giardino, fitto di alberi di ciliegio. Tempi di attesa e tempi di divenire – tempi nuovi e selvaggi. Katie, accompagnata da una coppia di domestici stranieri, vive protetta dall’ombra dei ciliegi, testimoni silenziosi della sua vita e della Storia. Ogni giorno Katie riceve visitatori: ogni momento potrebbe essere quello del ritorno di colui che è partito in viaggio, e Katie si tiene pronta. Con le sue storie e i suoi silenzi, Katie ci parla del desiderio e dell’attesa, di ciò che non è mai stato detto. Colei che aspetta è lei stessa in viaggio, muta sulla strada della sua vita scandita in fotogrammi vividi, nell’ombra densa di ricordi proiettata dai ciliegi – una donna in piedi di fronte alla Storia, di fronte alle proprie luci e alle proprie ombre, all’incrocio tra passato e futuro. Il desiderio che Katie incarna ci invita a interrogarci sul luogo a cui apparteniamo, a porci domande sul ruolo della nostra coscienza, nel flusso assordante degli avvenimenti e nel turbine confuso dei desideri.

Spettacolo in inglese con sottotitoli in italiano, con canti tradizionali polacchi.


I commenti sono chiusi.