SIN FRONTERAS
(SENZA FRONTIERE)

Workcenter Studio in Residence, Workcenter di Jerzy Grotowski e Thomas Richards
15 Mag 2021
Prima Nazionale
tratto da "Beben"
di Guillermo Calderón
con frammenti di testi da
George Ivánovich Gurdjieff, Dylan Thomas, Rainer Maria Rilke, Vicente Huidobro, Paul Célan, Nikos Kazantzakis, Miguel Hernández e José Ángel Valente
con Jaime Alonso Abarzúa Vallejos, Javier Cárcel Hidalgo Saavedra, Gina Gutiérrez Villamizar, Guilherme Alan Kirchheim, Lynda
Mebtouche, Felipe Salazar Montoya, María Constanza Solarte
regia Thomas Richards
assistente alla regia Cécile Richards
produzione
Fondazione Teatro della Toscana

durata 1 ora e 30 minuti
Orari
ore 19.00

Biglietti in vendita dall'11 maggio

Intero 12€
Ridotto Under 30 - Coop - Abbonati 8€

Sin Fronteras, adattato da Beben di Guillermo Calderón, si svolge subito dopo il terremoto del 2010 in Cile. Un gruppo di volontari aiuta le vittime del disastro. A scopo terapeutico, raccontano ai bambini colpiti dal disastro il tragico racconto Terremoto in Cile, scritto da Heinrich Von Kleist nel 1807, in cui una donna sfugge per un pelo all’esecuzione mentre un terremoto distrugge Santiago del Cile nel 1647. Nonostante la fuga, l’eroina della storia è infine sopraffatta dalla tragedia quando viene attaccata da una folla disperata e furiosa.  

Sin Fronteras apre una riflessione sulle crepe che si rivelano all’interno di una società dopo una catastrofe naturale, mettendo in evidenza la precarietà dell’equilibrio della vita quotidiana. Lo spettatore viene trasportato da un universo realistico a uno grottesco e comico, intimo e profondo, in cui i volontari riesaminano le loro motivazioni e azioni, scontrandosi coi propri conflitti interiori, resi evidenti dinanzi alle sofferenze improvvise e impreviste con cui ogni individuo può essere chiamato a confrontarsi. 

Spettacolo in spagnolo con sottotitoli in italiano. 


I commenti sono chiusi.