“FUORI DAI TEATRI” OPERA VIDEO DI RÄ DI MARTINO

Immagine 2021-08-03 132317

 

con Anna Bellato e Lino Musella 

I testimoni Roberto Bacci, Luca Dini, Dario Marconcini, Carla Pollastrelli, Teresa Telara
musiche Mauro Remiddi
montaggio Benedetta Marchiori
produzione Fondazione Teatro della Toscana – CSRT 2021 

Collaborazioni Lo schermo dell’Arte Film Festival (Firenze), Cinema La Compagnia, Laboratorio La Camera Ottica, Gorizia – Università degli Studi di Udine 


FUORI DAI TEATRI
prima assoluta alla 14° edizione de LO SCHERMO DELL’ARTE

L’opera video di Rä di Martino Fuori dai Teatriuna visione d’artista dell’energia delle origini, dei primi anni del CSRT Pontedera, sarà presentata in prima assoluta alla 14° edizione de Lo schermo dell’arteFestival di cinema e arte contemporanea, che si terrà a Firenze dal 10 al 14 novembre 2021
(
http://www.schermodellarte.org/lo-schermo-dellarte-14a-edizione/). 

Fuori dai Teatri è una produzione del Centro per la Ricerca e la Sperimentazione Teatrale del Teatro della Toscana affidata all’artista Rä di Martino, che restituisce l’energia delle origini, dei primi anni dell’esperienza teatrale del Piccolo Teatro di Pontedera e del CSRT, a partire dalle immagini dell’archivio del CSRT Pontedera e dalle interviste ai protagonisti di quella storia: un collage poliedrico, che diventa un lavoro sulla memoria, sulla differenza dei punti di vista di chi l’ha vissuta.  

Dopo i primi mesi di ricerca, nel 2019, sul materiale presente in archivio, che ha incluso il trasferimento di materiale d’archivio di diversi formati, pellicola 16mm e betamax, siamo riusciti ad avere una visione d’insieme del materiale presente in archivio. Abbiamo iniziato a raccogliere interviste audio alle figure chiave della storia del teatro di Pontedera che mi hanno fatto ragionare principalmente su come il raccontare una storia iniziata quasi cinquanta anni fa diventi un lavoro sulla memoria, sull’impossibilità per un regista che affronta l’argomento oggi di avere un racconto unico e oggettivo e forse anche quanto questo non sia necessario. Infatti i diversi i racconti, le memorie i punti in cui si intersecano o sono in disaccordo, uniti alle immagini storiche, le centinaia di foto e i materiali video, creano un collage poliedrico di un’esperienza che non vuole essere univoca, che non voleva essere documentata ma vissuta e trasmessa di persona.
Le interviste ai protagonisti dei primi anni, cioè della nascita del teatro di Pontedera divengono un tessuto mnemonico, un testo quasi una sceneggiatura, per dipanare le immagini di questo bellissimo archivio.
Due attori, Lino Musella e Anna Bellato, reinterpretano con la tecnica VERBATIM (tecnica che ho già usato in due progetti: La camera, 2006 e The Show MAS Go On, 2014) le voci registrate delle interviste ascoltandole con degli auricolari e ri-recitandole in synch. Riportano i racconti degli stessi anni e degli stessi avvenimenti raccontati dai diversi punti di vista, intersecando le immagini d’archivio, fotografiche e video.
(Rä di Martino)

 

I commenti sono chiusi.