Onorificenza di Cavaliere dell’Ordine della Stella d’Italia per Cacà Carvalho

thumbnail_immagine

Carlos Augusto Carvalho Pereira, in arte Cacà Carvalho, è un grande attore brasiliano, noto anche per il suo lavoro per la TV in Brasile e interprete di tanti spettacoli diretti da Roberto Bacci, capace di fare propria la drammaturgia italiana e di promuoverla in Brasile, con la sua straordinaria capacità interpretativa.

Arrivato a Pontedera per la prima volta nel 1988 con il pluripremiato Meu Tio o Jauaretê di João Guimarães Rosa, è stato poi diretto da Roberto Bacci in numerosi spettacoli prodotti dal CSRT Pontedera, sia in italiano che in portoghese, curandone le tournèe in Brasile: da 25 Uomini di Plinio Marcos, drammaturgia di François Kahn (1991) a Il cielo per terra. Circo dei numeri spirituali (1994), con la collaborazione di Ferdinando Taviani, La Poltrona Scura tre novelle di Luigi Pirandello (I piedi sull’erba, Il soffio, La carriola -2004-), L’ospite segreto (2009), Uno, nessuno e centomila (2012), O homen com a flor na boca (2014) e, con la Fondazione Teatro della Toscana, 2X2=5 L’uomo dal Sottosuolo (da Memorie dal sottosuolo di Dostoevskij -2015-), tutti per la regia di Roberto Bacci e la consulenza drammaturgica di Stefano Geraci.

Negli ultimi anni Cacà ha realizzato le versioni portoghesi di due produzioni del Teatro della Toscana: La prossima stagione e Leonardo Da Vinci. L’opera nascosta di Michele Santeramo, ottenendo numerosi riconoscimenti in Brasile e grande successo di pubblico.

Ebbene, questo lungo e infaticabile lavoro di promozione del teatro italiano è valso a Cacà Carvalho l’Onorificenza di Cavaliere dell’Ordine della Stella d’Italia, che Cacà ha immediatamente condiviso con noi.

Congratulazioni per questo meritatissimo riconoscimento!

Pubblicato in era

I commenti sono chiusi.